Percorso

ScuolaPresentazione scuola

Presentazione scuola

Ettore Majorana è stato uno dei più grandi fisici italiani.


È nato a Catania nel 1906. Già dai primi anni di studio ha rivelato grandissimo interesse per gli argomenti matematici e fisici. Compiuti i primi studi di formazione, si è recato a Roma, dove sotto la guida dello stesso Enrico Fermi intraprese ricerche fondamentali sulla proprietà del nucleo atomico, giungendo a formulare una nuova teoria nucleare, unendo il suo nome a quello di Heisenberg. Nel 1931 pubblica opere di primaria importanza tra cui “ Reazione pseudomolecolare fra atomi d’idrogeno e “ Sulla formazione dello ione molecolare di elio”. Nel 1932 scrive ” Teoria relativistica di particelle con momento intrinseco arbitrario” e “ Atomi orientati in campo magnetico variabile”. Nel 1933 vede la luce lo scritto  “ Sulla teoria dei nuclei” e nel 1937 lo studio sulla “ Teoria simmetrica dell’elettrone e del positrone”. Grazie ai suoi meriti eccezionali di studioso e di ricercatore nel 1938 ottenne la cattedra di Fisica teorica all’Università di Napoli.


Nel pieno della sua fama, è scomparso improvvisamente dalla scena pubblica, non lasciando tracce, lasciando avvolta nel mistero la sua persona. Si è sparsa la voce, non si sa fin quanto verosimile, che egli stesso spaventato dalle terribili conseguenze sull’umanità della ricerca nucleare, usata a scopi bellici, si sia volutamente rinchiuso nella Certosa di Serra S. Bruno. A tutt’oggi, comunque, non si sa con certezza nulla sulla sua sorte .


La nostra scuola si gloria di essere intitolata a un così grande scienziato. Egli infatti fa parte del nostro Sud, erede della culturadell’amore per la ricerca  filosofica e scientifica  della Magna Grecia.


Il nostro Istituto accomuna le materie matematiche e fisiche  a quelle letterarie e filosofiche , quelle tecniche del calcolo a quelle più strettamente legate alle competenze professionali  in un bilanciamento sapiente di interessi e di valori.


Infatti gli adolescenti e i giovani dell’ Istituto con le notizie scientifiche assimilano anche i valori e gl’ideali umanistici di solidarietà, di libertà e di rispetto degli altri,  propri della nostra cultura.


Non bisogna dimenticare, che molti giovani, oggi, sono gli amari protagonisti di vicende assurde di violenza e di morte, perché nessuno in famiglia e a scuola ha saputo loro insegnare gli ideali umanistici. Così mentre da una parte si esalta giustamente la ricerca scientifica per migliorare il benessere economico della società, dall’altra la stessa società è afflitta dai soprusi e dalle violenze che la calpestano e la rendono disumana.


Accanto alla immagine di un giovane Majorana , il nostro logo adotta la celebre sentenza Ciceroniana  


 Lo studio fortifica i giovani

“ Studia adolescientiam alunt “

 ( e proseguiva aggiungendo “ senectutem oblectant” )


Sentenza di Cicerone tratta dall’ “Oratio pro Archia “ nella quale l’oratore difende il poeta greco Archia  reo di aver usurpato il diritto alla cittadinanza romana.


Questa orazione consente a Cicerone di formulare l’ elogio alla poesia ed alle lettere  che questa sentenza  mirabilmente esprime  e per questo motivo divenuta ormai celebre .


Lo studio fortifica i giovani , li nutre con il suo vigore e li prepara ad affrontare con forza e coraggio le difficoltà della vita .

PON 14 20

istruzione-adulti

albo pretorio

amministrazione trasparente

rassegna-stampa-logo

logo-biblioteca

Inizio pagina

Questo sito utilizza cookie di tipo tecnico, per cui le informazioni raccolte non saranno utilizzate per finalità commerciali nè comunicate a terze parti. Per approfondimenti visualizza la nostra cookie policy

Nascondi questo messaggio
Cookie Policy